Anno 2015

IRAP e Modello 770

Le associazioni che nel corso del 2014 hanno retribuito personale per lavoro dipendente, parasubordinato, autonomo o per prestazioni occasionali o di professionisti, sono tenute a presentare il modello 770 e, a seconda dei casi, anche la dichiarazione IRAP.

Nello specifico, gli adempimenti e le scadenze sono:

IRAP

Gli enti non commerciali possono essere soggetti passivi dell’Irap anche per la sola attività istituzionale.
La base imponibile è data dalla somma di:
retribuzioni per lavoro dipendente e redditi a questi assimilati;
compensi per prestazione occasionale di lavoro autonomo, non esercitato abitualmente.

Se la base imponibile è inferiore a € 8.000 non si dovrà pagare nulla ma presentare comunque il modello.

Entro il 16 giugno 2015: versare l’acconto IRAP 2015 e il saldo IRAP 2014, se dovuti. (in alternativa 16 luglio con una maggiorazione dello 0,40%)  L’obbligo di versare l’imposta dipende dall’ammontare dei compensi erogati e la eventuale somma dovuta può essere rateizzata fino a 6 rate dal 16.06 al 16.11.

Entro il 30 novembre andrà invece versato il 2° acconto IRAP 2015.

Entro il 30 settembre 2015: presentare la dichiarazione IRAP. Le prestazioni soggette a ritenuta d’acconto che fanno scattare anche l’obbligo dell’IRAP sono oltre al lavoro dipendente e i contratti a progetto, anche le prestazioni occasionali (di soggetti senza Partita Iva). Anche in questo caso l’invio fa fatto per via telematica tramite un intermediario abilitato.
Nel caso in cui invece si siano erogati compensi unicamente a professionisti, e dunque a prestatori con Partita Iva, non è necessario effettuare la dichiarazione IRAP.

 

MODELLO 770

Il Mod. 770 deve essere utilizzato dai sostituti d’imposta per comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi ai compensi e alle ritenute operate, distintamente per ogni percipiente, nell’anno solare precedente. E’ una dichiarazione dei versamenti effettuati e non comporta ulteriori pagamenti.

Entro il 31 luglio 2015: presentare il modello 770.
Il Modello 770 è la dichiarazione con cui si comunicano all’Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi ai compensi e alle ritenute operate, distintamente per ogni percipiente, nell’anno solare precedente. E’ una dichiarazione dei versamenti effettuati e non comporta ulteriori pagamenti. Va effettuata per via telematica tramite intermediario abilitato (CAF o commercialisti) ai quali vanno fornite le seguenti informazioni e documentazioni:
– nominativo, sede legale, codice fiscale dell’associazione e codice attività (codice ATECO indicato nella certificazione di attribuzione del codice fiscale);
– dati anagrafici e indirizzo del legale rappresentante;
– data di approvazione del bilancio consuntivo 2014;
– CERTIFICAZIONE UNICA 2015
– copia delle quietanze dei modelli F24 delle ritenute versate.

 

Le associazioni che hanno usufruito del servizio di invio della Certificazione Unica tramite il CSV dovranno rivolgersi al medesimo intermediario per l’invio del modello 770 e per la dichiarazione IRAP.
Il costo per l’invio del modello 770 e/o IRAP è di 50 euro + iva, al quale va aggiunto il costo di invio della certificazione unica:
FINO  A 5 CERTIFICAZIONI € 8,00+iva     A CERTIFICAZIONE
DA 5 A 10                € 7,50+iva               A CERTIFICAZIONE
OLTRE 10                 € 6,50+iva               A CERTIFICAZIONE

 

Per ogni ulteriore informazione:
CSV Padova – via Gradenigo 10 – 35131 Padova – tel. 0498686849 – consulenza@csvpadova.org

Vedi sito Agenzia delle Entrate