8/a. Dobbiamo chiedere l’attribuzione del codice fiscale?

 

RISPOSTA (Autore: Chiara Beghetto,CSV Padova)

La richiesta di un codice fiscale è altamente consigliata per una OdV, e indispensabile per una OdV iscritta o che chieda l’iscrizione nel Registro del Volontariato.
Il codice fiscale consente infatti di identificare esattamente l’OdV nei rapporti con gli altri enti, con i privati e con le amministrazioni pubbliche: serve ad esempio per registrare l’atto costitutivo e lo statuto, per erogare compensi ai collaboratori o ai dipendenti, per versare le ritenute d’acconto, per documentare le spese sostenute. Il codice fiscale va richiesto anche se l’OdV non svolge alcuna attività imponibile ai fini fiscali.

Il codice fiscale è attribuito dagli uffici locali dell’Agenzia delle Entrate competenti rispetto al luogo dove l’OdV ha la sede legale. La richiesta – che non comporta alcun costo – va fatta attraverso la compilazione del modello AA5/5 reperibile presso gli stessi uffici.
Il modello di richiesta deve essere sottoscritto dal legale rappresentante dell’OdV e presentato all’ufficio insieme ad una fotocopia dell’atto costitutivo e dello statuto. Il rappresentante dell’OdV può anche conferire ad una terza persona il compito di consegnare il modulo fornendolo di delega scritta e una fotocopia di un suo (valido) documento di identità.