Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto alle celebrazioni per il centenario di Confcooperative.
Nata nel 1919, oggi l’Associazione conta 18.500 imprese e oltre 3,2 miliardi di soci.
Mattarella ha dichiarato: “Avete sempre sostenuto le persone ai margini della società. I principi della cooperazione sono stati applicati in tutti i campi, sul lavoro, sulla legalità, sull’innovazione, sul welfare e la sostenibilità ambientale e sociale.”

Il Capo dello Stato ha riconosciuto che quel che fa il movimento cooperativo è di grande importanza e che le Associazioni hanno un ruolo fondamentale per la vita democratica.
Mattarella ha dichiarato che “i corpi intermedi sono riconosciuti dalla Costituzione come pilastri portanti della vita della Repubblica”, e ha sottolineato l’importanza del Terzo Settore e la necessità di tutelarlo, sostenendo che “si tratta di una realtà capace di penetrare in maniera più efficace e puntuale nel tessuto sociale più rassicurante per i cittadini”.

Il Presidente ha fatto una riflessione sul ruolo di Confcooperative partendo dalle basi storiche, sottolineando come, fin dall’inizio, l’Associazione abbia promosso lo sviluppo di ampie fasce del nostro Paese sostenendo i diritti di gruppi di persone spesso ai margini della vita sociale e di chi, dopo la guerra, ha contribuito alla crescita e al consolidamento del Paese.

Il Capo dello Stato ha citato poi la Costituzione, sottolineando il valore che quest’ultima attribuisce alle Associazioni e facendo riferimento all’articolo 2 e all’articolo 45: “l’articolo 2 riconosce i diritti delle formazioni sociali ed evoca esplicitamente il valore della solidarietà, parola chiave del movimento cooperativo. L’articolo 45 non soltanto riconosce la funzione sociale della cooperazione, ma dà mandato alla Repubblica di sorreggerla, promuoverla, di svilupparla e di sostenerla.

Infine, Mattarella ha osservato che i principi della cooperazione sono applicati in tutti i campi, sul lavoro, sulla legalità, sull’innovazione, il welfare e la sostenibilità ambientale e sociale.

Leggi il discorso completo (link esterno)