Padova, 6 dicembre 2019
I vincitori del Premio Gattamelata 2019 sono 9, a cui si aggiunge una menzione speciale. Il premio, un’opera realizzata dall’illustratore Claudio Calia, è stato consegnato nella cornice della Gran Guardia, gremita di persone.

Dalla Sardegna a Vicenza, passando per Rovigo e Padova, i vincitori sono stati scelti dal Consiglio Direttivo del CSV Padova per le segnalazioni pervenute e per l’impegno dimostrato nel corso dell’anno. Anziani, giovani, persone con disabilità sono le priorità delle associazioni vincitrici mentre i volontari operano in più ambiti, tra i quali la tutela dell’ambiente e la giustizia sociale. L’impresa, tutta padovana, ha una particolare attenzione al tema del riciclo e al sociale mentre l’istituzione premiata è l’ente che per 18 anni, dalla Legge 266/91 ha gestito i fondi per il volontariato del Veneto.

Non poteva mancare una segnalazione particolare per l’impegno di moltissimi volontari nella recente emergenza dell’acqua alta a Venezia. E’ stata scelta simbolicamente una realtà informale di giovani che si è attivata sfruttando i social network.

Riportiamo di seguito i vincitori, suddivisi nelle 4 categorie previste dal regolamento del Premio, corredati con la motivazione.

Categoria “Associazione”

AGORA’ TERZA ETA’ PROTAGONISTA
L’associazione ha saputo portare avanti il pensiero di longevità come risorsa, attivando progetti aperti al territorio locale e internazionale per contribuire a diffondere nella popolazione questa nuova forma di cultura sociale che vede la persona longeva capace di costruirsi un nuovo progetto di vita integrato e utile alla comunità, con particolare attenzione ai giovani promuovendo azioni di solidarietà intergenerazionale.

JOKER
L’associazione è costituita da un gruppo di giovani che, preso consapevolezza del proprio territorio (spesso considerato privo di possibilità) ha creato un sistema attraverso il quale i bambini entrano come destinatari della propria offerta e ne escono come ragazzi operatori in un circolo virtuoso che ne è diventato il motore.

ALPINI VICENZA
Il Gruppo Alpini organizza, con grande successo, attività escursionistiche in montagna per persone non vedenti, in collaborazione col Gruppo sportivo non vedenti di Vicenza e l’Unione nazionale veterani dello sport di Bassano del Grappa.

Categoria “Volontario”

LUCIANO OLMINO
Presidente e fondatore dell’associazione Filo d’argento, coordina e collabora al buon andamento di tutti i settori dell’Associazione. Instancabile, da anni fa fronte ad ogni necessità, problematica o evenienza, con prontezza e disponibilità.

GIUSEPPE DANIELE
Uno dei pilastri del Circolo Legambiente “Sarmazza” di Saonara, svolge le sue innumerevoli attività in silenzio, sorridente, con il cuore leggero.

GIAMPIERO FARRU
Per l’impegno profuso nel mondo del volontariato: come socio fondatore dell’associazione La Strada, del consorzio Sis di Cagliari e della cooperativa Il Samaritano di Arborea, come volontario nel carcere minorile di Quartucciu e di responsabilità in varie organizzazioni nazionali come Csi, Movi, Forum terzo settore e Libera, di cui è referente regionale. E’ presidente del CSV Sardegna solidale, consigliere di CSVnet, e consigliere del CEV (Centro europeo del volontariato).

Da quest’anno il Premio Gattamelata aggiunge un’ulteriore attenzione verso quelle organizzazioni che con dedizione promuovono il Volontariato nella nostra Regione.
Quest’anno l’assegnazione è al CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO POLESINE SOLIDALE, per l’impegno più che ventennale a favore del volontariato rodigino, per il sostegno quotidiano alle molteplici concrete iniziative di solidarietà che vengono realizzate nel territorio. Per aver significativamente contribuito a valorizzare il volontariato attraverso azioni identitarie che sempre hanno contribuito alla crescita di una comunità più coesa e solidale.

Categoria “Impresa”

IMBALL NORD
Da sempre impegnata in iniziative di attenzione all’ambiente, ha inoltre dimostrato sempre sensibilità nei confronti delle persone in difficoltà, sostenendo e finanziando attività a scopo benefico e sociale in Italia e all’estero.

Categoria “Istituzione”

COMITATO DI GESTIONE DEL FONDO SPECIALE PER IL VOLONTARIATO DEL VENETO
Per l’impegno diretto e indiretto nei confronti dello sviluppo del volontariato e la sensibilità dimostrata nel sostegno delle iniziative delle associazioni venete.

Menzione speciale

VENICE CALL
Per la preziosa attività di solidarietà svolta in occasione dell’emergenza Acqua alta a Venezia nel mese di novembre.

Nel corso del pomeriggio inoltre l’Ulss 6 Euganea ha ufficializzato i vincitori del bando per l’umanizzazione delle cure indetto alcuni mesi fa in collaborazione con il CSV Padova. Le associazioni vincitrici sono risultate “CEAV – Cancro e assistenza volontaria” con un progetto di pet therapy in Ospedale e “Psico prontosoccorso” con un progetto per proporre percorsi di danza movimento terapia per anziani.

Infine l’associazione Luca Ometto ha consegnato una targa di riconoscimento al dott. Giuseppe Lombardi, oncologo dello IOV grazie al quale lo scorso ottobre l’AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco ha inserito una nuova terapia mirata nell’elenco dei farmaci erogabili a carico del Servizio Sanitario Nazionale per curare le persone con glioblastoma – un tumore raro e aggressivo – soprattutto in caso di recidiva.