SediMenti - ripensarsi per ripartire
Mappa non disponibile

Giorno e Orario
Data - 22/06/2020
Inizio: 16:00 - Fine: 18:00

Nome dell'Associazione: Ufficio Progetto Giovani
Recapito telefonico per l'evento: 049 8204799
Email: padovapglabs@gmail.com
Sito web: http://www.progettogiovani.pd.it/sedimenti-ripensarsi-per-ripartire/?utm_source=Newsletter&utm_medium=Email&utm_campaign=weekly_newsletter&utm_term=pgiovani

Tipologia:


L’isolamento forzato, determinato dall’emergenza sanitaria Covid-19, ha obbligato gruppi, associazioni e organizzazioni socio-culturali a sospendere, rinviare o annullare la programmazione di eventi e iniziative, e ha tracciato una linea di confine invisibile – ma netta – tra ciò che è essenziale e indifferibile e ciò che non lo è, costringendoli a escogitare soluzioni nuove, mai considerate prima d’allora.

Da questa riflessione è nato il ciclo di conversazioni online “SediMenti”, prima azione di “Energie”, progetto coordinato dall’ufficio delle politiche giovanili del Comune di Padova e realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

A giugno, “SediMenti” propone tre conversazioni online con studiosi e personalità di primo piano provenienti dal mondo accademico o del terzo settore per proporre un approfondimento sulle prospettive e sui possibili scenari da costruire. Tutti gli incontri – gratuiti con registrazione online su www.progettogiovani.pd.it – si svolgono a partire dalle 16:00 sulla piattaforma di teleconferenza Zoom. Ciascuna conversazione pubblica, della durata di un’ora circa, è seguita da laboratori e lavori di gruppo riservati.
Si inizia lunedì 22 giugno con Flavio Zandonai per parlare degli scenari sociali e le prospettive di innovazione. Zandonai è sociologo, innovation manager, ricercatore, formatore e consulente nel settore nonprofit e dell’impresa sociale. Collabora con enti di ricerca, società editoriali e reti di innovazione sociale a livello nazionale.
Mercoledì 24 giugno il focus è su scenari economici e sostenibilità con la guida di Ivana Pais, tra i massimi esperti di crowdfunding in Italia, studiosa delle nuove forme di lavoro nell’economia digitale. È professore associato di Sociologia economica nella facoltà di Economia dell’Università Cattolica. Il ciclo di incontri termina martedì 30 giugno, con Francesco Musco per una conversazione su scenari urbani e politiche partecipative. Musco, architetto e urbanista, è Professore Associato di Pianificazione Urbanistica ed Ambientale presso IUAV. Si occupa di rigenerazione urbana, policy design, pianificazione e valutazione ambientale strategica, cambiamenti climatici e strategie di mitigazione ed adattamento, pianificazione energetica ed ambientale, pianificazione dello spazio marittimo e delle
aree costiere.
Le tre conversazioni sono condotte da Michele Marmo, Presidente di AssociAnimazione – Associazione nazionale per l’animazione sociale e culturale.

IL PROGETTO “ENERGIE”
Il progetto “Energie”, pensato e redatto nel periodo a cavallo tra le cosiddette Fase 1 e Fase 2 dell’emergenza Covid-19, si articola in tre azioni distinte, prevede diversi interventi a favore di più categorie target ed è attivato operativamente dalle cooperative che, in convenzione con il Comune di Padova, gestiscono i servizi dell’ufficio Progetto Giovani.
L’intento del progetto è quello di sperimentare e mettere in pratica, con innovativi approcci pedagogici, nuove modalità di supporto che rispondano a target di utenti distinti, ma ugualmente in difficoltà: giovani neet e adolescenti fragili, i primi perché già esclusi dalla ripartenza, i secondi per l’elevato rischio di abbandono scolastico; i giovani artisti e le organizzazioni culturali giovanili che rischiano la marginalizzazione trovandosi di fronte al blocco, o alla riduzione consistente, delle loro attività lavorative; più generale, i cittadini in difficoltà e delle fasce fragili, esclusi dalla possibilità di coinvolgimento in pratiche di aggregazione sociale e culturale. Tra gli obiettivi pratici, “Energie” realizzerà un servizio di tutoraggio e formazione per giovani neet e adolescenti, proporrà eventi e manifestazioni attraverso il coinvolgimento di associazioni e organizzazioni culturali della città e, già dal ciclo di incontri “SediMenti”, sosterrà le organizzazioni e i soggetti che operano nell’ambito animativo e socio-culturale giovanile cittadino attraverso percorsi di condivisione, formazione e attivazione di nuove prassi.