Coldiretti ha lanciato una raccolta firme per chiedere all’Europa di rendere obbligatoria l’indicazione dell’origine degli alimenti.
Le ragioni principali sono la protezione della salute, la prevenzione delle frodi alimentari e la tutela dei diritti dei consumatori.

La contraffazione dei prodotti rappresenta un rischio per la salute, specialmente quando gli ingredienti utilizzati sono di bassa qualità o addirittura tossici. Un’etichetta chiara che indichi l’origine degli ingredienti aiuta a prevenire e combattere gli scandali alimentari che mettono in pericolo la salute dei consumatori.

L’indicazione di origine degli ingredienti sull’etichetta consentirebbe, inoltre, di prevenire le falsificazioni e le pratiche commerciali sleali che danneggiano l’economia italiana. Il valore del falso Made in Italy agroalimentare nel mondo ha superato i 100 miliardi di Euro, e nell’ultimo decennio ha avuto un aumento record del 70%.

Infine, è un diritto dei cittadini italiani ed europei quello di essere protetti e di ricevere informazioni accurate sul cibo che scelgono di acquistare. Per poter fare scelte consapevoli, i consumatori devono conoscere il luogo di raccolta e trasformazione degli alimenti, l’origine degli ingredienti che li compongono e avere quante più informazioni possibile sui metodi di produzione e di lavorazione dei prodotti.

e scaricare il modulo stampabile da compilare