Il bilancio di missione
anno di competenza 2006

Leggi il “Bilancio di missione – anno di competenza 2006”

Premessa del Presidente

Il Centro Servizio Volontariato provinciale di Padova deve il raggiungimento dei suoi obiettivi alla disponibilità di tanti volontari, al confronto continuo con le associazioni e con i soggetti presenti sul territorio e all’esperienza accumulata giorno per giorno nei primi tre anni di mandato.
La presentazione del bilancio sociale è quindi un appuntamento importante per il CSV, un’occasione di confronto e dialogo con tutti i portatori di interesse, che nel tempo aiutano il centro a migliorare le proposte e a verificare le attività. Questo bilancio vuole sottolineare in particolare la passione che guida le azioni del volontariato nella provincia di Padova. Tutti noi infatti, dai volontari agli operatori, “Ci mettiamo il cuore” nelle attività che svolgiamo, facendo una scelta di cittadinanza attiva, in quanto responsabili del futuro della nostra società.
Al termine del 2006 il CSV di Padova ha ravvisato la necessità di ripartire, raggiungendo nuovi traguardi, ha messo in moto, in alcuni ambiti, un cambiamento e un ripensamento che si riflette anche sulla nuova veste grafica del testo.
Oltre ad attenersi al principio di trasparenza si è voluto infatti quest’anno rendere il testo maggiormente fruibile, più chiaro e graficamente più elegante. Per questo la nostra speranza è che questo bilancio sia letto da molti e che arrivino suggerimenti e proposte, critiche e commenti affinché il processo di partecipazione cresca e contribuisca a rendere viva la cultura di un volontariato responsabile.
Di fatto il processo di partecipazione è già avviato in quanto nel presente bilancio sono inserite le testimonianze di associazioni ed enti con i quali il CSV ha collaborato nel corso degli anni.
Questo bilancio, essendo un bilancio di un anno e contemporaneamente dei primi tre anni di operato del CSV, è un traguardo importante al quale si aggiunge la riconferma del Consiglio Direttivo. Una bella soddisfazione, che ha permesso di rilevare un giudizio complessivo generalmente positivo dell’operato del CSV. Siamo però consapevoli che il percorso di miglioramento è ancora lungo e che potrà essere concreto solamente grazie all’apporto e all’attiva partecipazione delle associazioni, dei cittadini e di tutti i soggetti che nel territorio contribuiscono a dare valore all’azione del volontariato.

Il presidente
Giorgio Ortolani