Mantenimento dei requisiti e corresponsione somme

In seguito alle comunicazioni che l’Agenzia delle Entrate sta inviando alle associazioni che, al momento della liquidazione delle somme del 5 per mille, non hanno più i requisiti dichiarati con l’iscrizione alle liste del 5 per mille, si riportano i riferimenti normativi che specificano che i requisiti devono rimanere fino alla riscossione delle somme:

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010 – art. 11:
L’ente beneficiario non ha diritto alla corresponsione del contributo qualora, prima dell’erogazione delle somme allo stesso destinate, risulti aver cessato l’attivita’ o non svolgere piu’ l’attivita’ che da’ diritto al beneficio.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010 – art. 13:
Modalita’ e termini per il recupero delle somme

A questo decreto sono collegate due Circolari dell’Agenzia delle Entrate:
Circolare 56/E – Dicembre 2010
Circolare 13/E – Maggio 2012

Ciò significa che, ad esempio, un’organizzazione di volontariato o un’associazione di promozione sociale iscritta al rispettivo Registro Regionale al momento della richiesta del 5 per mille (es. anno 2012), che risulta cancellata dal registro (o anche se non ha rinnovato l’iscrizione in tempo utile) nel momento in cui l’Agenzia delle Entrate sta procedendo alla liquidazione delle somme (es. anno 2014), non ha diritto a ricevere le somme destinate dai contribuenti.